Ciao a tutti.

Tag

,

Direi che con la fine della materna i racconti qui nel blog della Fr@ possono giungere a termine.

L’ultimo anno mi ha vista più pigra a scrivere di lei,  ho preferito vivermela.

La mia Fr@.

La nostra piccola principessa, quest’anno i virus le son stati più alla larga ed onestamente abbiamo trascorso un anno semplice rispetto ai precedenti anche se i pochi virus arrivati alla nostra porta son stati tosti.

E’ cresciuta tanto, il suo linguaggio è vario e appropriato (come si dice in gergo medico o scolastico), è diventata quasi del tutto indipendente nel sapersi svestire e vestire, sta cercando di imporre i suoi personali gusti nel vestire e nelle scarpe, in questo è pienamente femmina 😉 siamo invasi da mollette, elastici, braccialetti.

Adora essere strapazzata e coccolata, ha lo sguardo brillante per ogni piccola novità e la sua bocca è sempre pronta a scoppiare in una risata fragorosa.

Continua con entusiasmo la sua attività sportiva e persino una febbre improvvisa nel giorno della prima esibizione non l’ha fermata.

Tra poco inizieremo il giro per cercare lo zaino scolastico, l’astuccio ed il grembiulino, due sono i soggetti in corsa per la scelta finale.

A settembre inizieremo la prima elementare (sì lo so scuola primaria uff), nuove maestre, nuovi impegni e noi nuovi genitori di una scolara a cui cercare di trasmettere la gioia d’imparare.

Inizieremo a curarci della Fr@ scolara con un occhio rivolto agli eventuali (o forse no, doveva andare così)  errori commessi con Estraneo, saremo sicuramente più pragmatici e con meno illusioni e come purtroppo succede, speriamo questa volta di essere stati più fortunati come insegnanti.

La Fr@ infante vi saluta e lascia questo blog aperto a chiunque capiti qui per caso in cerca di una qualche strana informazione.

Grazie a tutti per averci seguiti, consigliati e confortati.

🙂

Annunci

Vietato leggere, però…

Tag

,

…quando lei, piccola che entrerebbe ancora gratis a Gardaland, che a settembre inizierà la scuola primaria ve lo chiede con occhi supplicanti cosa fare?

Lo sapete che le maestre della materne hanno detto che no, non bisogna farlo, ma come si fa a dire di no a lei che guarda le scritte sul Vanity Fair o sul pacco di flauti al latte e cerca di articolare le parole e mettere insieme i suoni.

Prendi tempo, ti informi nel web su qualche metodo non troppo invadente e che non la mandi in confusione quando poi inizierà la scuola e se  qualcuno che capiti per caso in questa pagina fosse anche una maestra elementare volesse dare un consiglio è ben accetto.

Fatina dei denti birichina

Tag

La Fatina dei denti ci ha giocato un bello scherzo, dopo la generosità di aver regalato a Fr@ una dentatura  precoce e indolore ed un altrettanto cambio abbastanza veloce (attualmente siamo a sei denti nuovi permanenti e quattro molari permanenti spuntati) ecco che lei si diverte regalandoci insieme ad una importante malocclusione,che stiamo correggendo con mascherina notturna con buoni risultati, anche la saliva aggressiva.

Succede che la Fr@ al controllo del mese di ottobre sulla situazione malocclusione è ok, ma al controllo di gennaio, dove arrivo già segnalando una piccola carie, ci ritroviamo davanti ad un disastro.

Quello che sembrava un piccolo buchino da niente in realtà è già profondo e dopo attento esame ed anche due lastre il risultato è di altre tre carie, tutte otturate con i sacri crismi del caso e con una Fr@, miracolosamente, tranquilla e serena su quella poltrona giostra.

La Fr@ non ha battuto ciglia con trapani vari, laser desensibilizzanti, dighe buccali e tutto ciò che comporta otturare i denti con in più il finale di quattro sigillature perché i solchi sono profondi e con lei cario ricettiva meglio non correre rischi.

La Dottydenti vede in questo crollo qualcosa di strano e chiede se c’è stato un cambio alimentazione.

No, a parte qualche dolcetto in più post-Befana, la Fr@ oltretutto è una bimba che beve solo acqua, quindi non è esposta a bibite o succhi ed il lavaggio è sempre stato regolare.

E il filo?

Emh no, il filo non l’abbiamo mai passato ci sembrava piccola.

Qui ho iniziato a sentirmi in colpa e a farmi un po’ di seghe mentali sul fatto che non le abbiamo lavato bene i denti o che l’abbiamo lasciata fare da sola senza poi controllare.

Lei spiega che bisogna passare il filo anche nei denti da latte perchè sono perfettamente vicini con tutta la superficie a differenza dei permanenti che toccano solo in un punto ristretto.

Dottydenti dice che serve test saliva.

Il responso è stato è velocissimo in meno di un paio di minuti il reagente ha segnalato l’alta presenza di streptococco mutans.

Indi il senso di colpa si è attenuato ed è iniziata la strategia anticarie.

Oltre alla pulizia ancora più accurata, è subentrato il filo interdentale, una caramellina di probiotico serale per contrastare l’acidità, cambio dentifricio perchè il fluoro non è compatibile con probiotico serale e se siamo in giro a pranzi o cene ecco entrare in scena l’uso di una gomma da masticare allo xilitolo.

Così, quattro otturazioni, quattro sigillature, un test salivare dopo e un bell’assegno staccato senza batter ciglio, che sulla salute dei denti non si guarda il borsellino, un fanculo alla fatina l’ho indirizzato.

…quando vedendo la meravigliosa finestrona dei denti mancanti della Fr@ le chiedono se è passata la fatina, rispondo io dicendo che abbiamo già dato abbondantemente come premi per la sua bravura nello stare ferma e farsi lavorare in bocca.